Cruscotto Mercato: tu sogni… lui calcola! L’unico limite è la fantasia.

Nel recente passato questo blog è stato in grado di fornirvi una simulazione del bilancio in grado di riprodurre verosimilmente l’andamento delle finanze rossonere.

Lo abbiamo chiamato “Cruscotto” perché fosse d’aiuto nei confronti di quei tifosi che mal digeriscono i numeri. Ebbene, l’approssimarsi del calciomercato estivo 17/18 ci ha fornito l’assist perfetto per creare uno strumento simile, più semplice, grazie al quale ciascun tifoso può calcolare subito l’incidenza nel bilancio delle operazioni di mercato.

Lo abbiamo chiamato “Cruscotto Mercato” perché elabora quelle che sono le spese principali nel corso di una campagna trasferimenti. Quindi: ammortamenti, stipendi lordi, plusvalenze.

ISTRUZIONI

Nel foglio di calcolo è presente una sezione “Acquisti” dove ciascun tifoso può sognare e inserire i seguenti parametri (le altre celle sono bloccate): 

  • Nome giocatore
  • Prezzo d’acquisto
  • Stipendio netto (il foglio calcola in automatico quello lordo)
  • Anni di contratto da 1 a 5 (il foglio calcola in automatico la quota ammortamento per la stagione 17/18)
  • Le rate pattuite da 1 a 5 (il foglio calcola in automatico la rata per la stagione 17/18)

Schermata 2017-05-15 alle 16.41.11

Così facendo avete subito una visione completa dell’incidenza in entrata di un determinato giocatore. Noi abbiamo inserito 7 giocatori, ma potete spingervi fino a 14 o andare oltre aggiungendo nuove righe.

Fatto ciò, nel bilancio bisogna inevitabilmente tener conto anche delle uscite, ed infatti vicino al riquadro acquisti ne trovate un altro: “Cessioni“.
In questo riquadro (nelle celle che non sono bloccate) dovete inserire:

  • Nome giocatore
  • Prezzo di cessione
  • Ricopiare la cifra del disinvestimento (l’ammortamento complessivo al 1.07.17) dalla colonna a destra, dov’è presente l’intera “Rosa cedibili“. A questo punto il foglio vi calcola in automatico la minsuvalenza o la  plusvalenza
  • Ricopiare la quota ammortamento per la stagione 17/18 (che sarà valida dal 1.07.17) dalla colonna a destra, dov’è presente l’intera “Rosa cedibili“.
  • Ricopiare lo stipendio netto dalla colonna a destra, dov’è presente l’intera “Rosa cedibili“. A questo punto il foglio vi calcola in automatico lo stipendio lordo.

Schermata 2017-05-15 alle 16.41.20

Cattura

Come potete notare, nell’ultima versione del cruscotto 3.0 abbiamo inserito anche la possibilità di calcolare l’impatto dei rinnovi. In questi casi nella colonna “Anni di contratto aggiuntivi” dovrete inserire la differenza tra la scadenza contrattuale pre rinnovo e quella successiva. Nel caso di Donnarumma prima del rinnovo aveva un anno di contratto residuo. Dopo il rinnovo ne avrà 4. La differenza quindi è di 3 anni aggiuntivi. Il bello di questa nuova versione, nonché autentica chicca che non troverete da nessun’altra parte, è che una volta inseriti gli anni di contratto aggiuntivi, il foglio Excel vi calcolerà in automatico la nuova “Quota ammortamento adeguata”, che si sommerà automaticamente al totale degli ammortamenti che leggerete nel saldo contabile finale. Ma non solo: nell’ultima colonna dovrete inserire anche il “Nuovo stipendio netto adeguato”. Nel caso di Donnarumma 6M.
In fondo alla colonna potete leggere “Somma adeguamenti stipendi” che vi sommerà automaticamente tutte le differenze tra i vecchi stipendi netti e quelli nuovi, e poi li aggiungerà al lordo nel saldo contabile finale!

Completato l’inserimento di questi dati, in basso potete leggere il “Saldo contabile finale“, che evidenzia l’incidenza di tre parametri fondamentali nel conto economico 17/18, più un quarto comunque rilevante:

Cattura

  1. Le nuove spese relative agli ammortamenti: se il numero è negativo, vuol dire che il bilancio si sarà sgravato di una quota ammortamenti superiore rispetto a quella in entrata. Quindi nel conto economico avremo risparmiato qualcosa. Viceversa, se il numero sarà positivo, come accade nella maggior parte dei casi, vuol dire che i nuovi acquisti avranno inciso più delle cessioni.
  2. Le nuove spese relative agli stipendi lordi: anche in questo caso il numero che leggerete fuori può essere positivo o negativo, a seconda che i nuovi stipendi siano costati di più o di meno rispetto agli stipendi dei giocatori ceduti.
  3. Le plusvalenze/minusvalenze, che non sono altro che la somma algebrica tra il prezzo di cessione e il disinvestimento.
  4. Il saldo complessivo dei prestiti onerosi.

Sotto questo primo insieme, infine, trovate il “Saldo complessivo dei diritti pluriennali alle prestazioni dei giocatori” che rappresenta la somma algebrica tra il residuo “attualizzato” del 2016 (ossia la somma tra il residuo al 31.12.2016 e i restanti sei mesi transitori da gennaio a giugno) e il residuo 2017 (che parte dal 1.07.2017 e che ovviamente, per ora, non può tener conto del mercato invernale). 
Specifichiamo, infatti, che la simulazione riguarda soltanto il calciomercato estivo.

Tre precisazioni:

  1. Per gli scambi con conguaglio bisogna inserire tra le cessioni anche il calciatore che viene scambiato (non viene documentata la disponibilità economica ma solo l’impatto contabile). Esempio: per Schick diamo Lapadula +15M alla Samp.
    Schick viene valutato 25M tra gli acquisti e Lapa 10M nelle cessioni, così tutto torna perfettamente.
  2. Per i prestiti onerosi bisogna inserire nella casella prestito il numero “1”. Il foglio Excel capirà che si tratta di un prestito restituendovi il valore PREST. A quel punto alla voce “Prezzo Acquisto” inserite il costo del prestito oneroso. Stessa logica per quanto riguarda le cessioni. Queste operazioni possono essere fatte anche per i prestiti onerosi con diritto di riscatto. Infatti nel bilancio si computa soltanto il costo del prestito, rimandando al successivo esercizio l’acquisto definitivo.
  3. Per le scadenze contrattuali  o i rientri dei prestiti basta inserire il giocatore nella colonna delle cessioni senza ovviamente alcun prezzo di vendita e/o plusvalenza/disinvestimento.

Adesso non dovete far altro che sognare la vostra campagna acquisti ideale e valutarne subito l’incidenza.

L’unico limite che vi si pone davanti è la fantasia!

Il “Cruscotto Mercato” è scaricabile a questi link in versione xlsx e Google Document: 1) Cruscotto Mercato 3.0 2) Google Document

(Per evitare errori accidentali alcune celle dello sheet sono protette, ma andando in “Revisione” è possibile ripristinarle perché non è stata messa nessuna password)

Un saluto rossonero a tutti

N.B. il disinvestimento, ossia l’ammortamento dei giocatori attualizzato a partire dal 1.07.2017 (che avete già letto qui: LINK) è stato elaborato con l’ausilio dell’ultimo bilancio ufficiale, quindi sono numeri certi.
Gli stipendi netti, invece, sono quelli forniti dalla Gazzetta Dello Sport. Nel caso in cui qualcuno non sia d’accordo con quelle cifre, è libero di non ricopiarle dalla “Rosa cedibili” e inserire un altro valore nel riquadro “Cessioni”.

Annunci

2 thoughts on “Cruscotto Mercato: tu sogni… lui calcola! L’unico limite è la fantasia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...